Appello

7 settembre 2019 Nessun commento »

Appello

La Resistenza al nazifascismo fu lotta comune, che unì chi combatté per una convivenza umana fondata sulla libertà, sulla pace e l’amicizia tra i popoli. In tutti i paesi d’Europa questa lotta per l’esistenza poté sostenersi e svilupparsi grazie all’eroismo e all’abnegazione dei combattenti, ma anche grazie al coraggio e allo spirito di sacrificio di quelle popolazioni, che in tutti i modi aiutarono i movimenti partigiani a contrastare la ferocia distruttrice nazista, che mise a ferro e fuoco città e paesi annientando inermi cittadini, uomini, donne, anziani e fanciulli per rappresaglia. Le perdite più significative e dolorose nella Seconda guerra mondiale – circa 25 milioni di persone – le ebbe a subire l`URSS, il cui ruolo storico in questi eventi bellici fu fondamentale per la vittoria e per la liberazione dei popoli dalla schiavitù del fascismo. Per la sola liberazione della Polonia furono circa 600.000 le perdite dell’esercito sovietico. In Ungheria 140.000, così in Cecoslovacchia. In Romania 69.000 ed ancora in Jugoslavia 8.000, 26.000 in Austria, e migliaia in Norvegia, Finlandia ed in altri paesi.

Massacri di massa furono commessi dai nazifascisti in Italia e in tutta l’Europa, occupata dall’esercito tedesco.

La comunanza di sentimenti antifascisti spinse circa cinquemila cittadini sovietici a partecipare alla Resistenza italiana. Un decimo di questi perì in combattimenti o nei lager nazisti insieme a milioni di altri connazionali. Ancora oggi sono in corso le ricerche per scoprire l’identità di questi combattenti sovietici per la libertà e l’indipendenza dell’Italia, di cui esistono a volte solo fotografie con i compagni italiani. Grazie anche all’eroica lotta del movimento partigiano in Italia, in URSS ed in altri paesi europei finalmente venne il tanto atteso, glorioso giorno della Liberazione. A chi fu vittima delle atrocità del nazifascismo, a coloro che soffrirono o morirono con o senz’armi in mano nella lotta contro gli invasori, a chi difese con il sacrificio della propria vita i principi di libertà, di giustizia e di pace deve andare il nostro perenne ricordo e la nostra profonda gratitudine. Nessuno e nulla dovrà essere dimenticato.

Il compito nostro e delle generazioni future è quello di lottare per impedire che possa ripetersi una tragedia come la Seconda guerra mondiale, con la rinascita del fascismo. Di qui l’esigenza di conservare la memoria degli eventi di quel tempo e del ruolo dei nostri popoli nella sconfitta del nazismo, per evitare la distorsione e falsificazione della storia.

È necessario ricordare tutti i liberatori negli eventi commemorativi senza ingiuste e antistoriche esclusioni.

Associazione Massimo Gorki –  ANPI, Comitato Provinciale di Napoli –

Adesione dell’ANPI alla marcia del 4 maggio a Napoli “PRIMAlePERSONE

1 maggio 2019 Nessun commento »

comunicato stampa anpi adesione manifestazione 4 maggio

comunicato stampa anpi adesione manifestazione 4 maggio

“E’ stato un grande 25 aprile, pieno di voglia di camminare uniti. Non perdiamoci di vista”

26 aprile 2019 Nessun commento »

“E’ stato un grande 25 aprile, pieno di voglia di camminare uniti. Non perdiamoci di vista”
Carla Nespolo- Presidente nazionale ANPI

In questo 25 aprile Festa della Liberazione, Napoli ha visto sfilare per le vie della città un grande e gioioso corteo.
L’ANPI di Napoli RINGRAZIA, il Presidente della Camera dei Deputati, la Regione Campania e il Comune di Napoli, e le Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori, le Organizzazioni Politiche, le Associazioni e le tantissime Cittadine e Cittadini Napoletani che hanno raccolto l’appello in difesa dei valori della democrazia dell’antifascismo, e della solidarietà, per contrastare le violazioni di principi fondamentali della nostra Carta Costituzionale.

“In questo periodo si respira mal’aria oggi si respira un profumo di Libertà”
(Antonio Amoretti, Partigiano delle Quattro Giornate di Napoli, Presidente Anpi Napoli)

Il Comitato Provinciale ANPI Napoli.

“LOTTA CONGIUNTA CONTRO IL FASCISMO” RESISTENZA ITALIANA E MOVIMENTO PARTIGIANO DELL’URSS”

13 aprile 2019 Nessun commento »

“LOTTA CONGIUNTA CONTRO IL FASCISMO” RESISTENZA ITALIANA E MOVIMENTO PARTIGIANO DELL’URSS”

Lunedì 15 aprile 2019 alle 17.00, nella sede dell’Associazione Culturale “Maksim Gor’kij” (già Italia-URSS) in via Nardones 17 – Napoli info@associazionegorki.it – www.associazionegorki.it tel. 081 413564 cell. 333 2438354 sarà inaugurata la Mostra Fotografica storica e documentaria “LOTTA CONGIUNTA CONTRO IL FASCISMO” RESISTENZA ITALIANA E MOVIMENTO PARTIGIANO DELL’URSS” in collaborazione con l’Archivio di Stato della Regione di Brjansk, dell’Accademia Russa di economia nazionale e di pubblica amministrazione della Presidenza della Federazione Russa (Filiale di Brjansk) e con il Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. di Napoli. Intervengono: Aleksandr Anatol’evic Chlimankov, Sindaco della Città Partigiana di Brjansk, Sergej Aleksandrovic Sacnev, Direttore dell’Accademia Russa di economia nazionale e di pubblica amministrazione della Presidenza della Federazione Russa (Filiale di Brjansk), Michail Michailovic Ivanov, Deputato della Duma della Regione di Brjansk, Jurij Nokolaevic Lobunov giornalista Antonio Amoretti, Presidente del Comitato Provinciale dell’A.N.P.I. di Napoli La Mostra resterà aperta al pubblico fino al 15 maggio 2019

25 APRILE 2019 NESSUNO ESCLUSO

11 aprile 2019 Nessun commento »

appello 25 aprile

Mostra R-Esistiamo sulle Quattro Giornate di Napoli – Sezione ANPI di Torre Annunziata

22 febbraio 2019 Nessun commento »

ComunicatoStampaANPITorreAnnunziata22022019_Pagina_2

 

In previsione del prossimo 25 aprile, a partire del 25 febbraio, per due mesi, sarà possibile visitare la mostra R-Esistiamo sulle Quattro Giornate di Napoli realizzata dell’ANPI di Napoli.
La mostra sarà situata presso la nostra sede in via Fusco, 1 e sarà inaugurata giorno 25 febbraio 2019 alle ore 10:30.
Presente all’inaugurazione il Presidente dell’ANPI di Napoli, Partigiano delle Quattro Giornate, Antonio Amoretti, il Sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, la Consigliera di Parità della Città Metropolitana di Napoli, Isabella Bonfiglio e il Presidente della sezione ANPI “Maria Penna e Rocco Caraviello” di Torre Annunziata, Antonello Sannino, oltre a diversi esponenti di associazioni e istituzioni del territorio. Ci saranno inoltre le delegazioni di alcune scuole del territorio, gli alunni, le alunne e i docenti del Liceo Artistico Statale “Giorgio de Chirico” e della Scuola secondaria di primo grado “Giovanni Pascoli” di Torre Annunziata.
La mostra dal grande valore didattico sarà visitabile gratuitamente e aperta alla cittadinanza in orario pomeridiano tutti i giorni dalle ore 17:00 alle ore 20:00, mentre su appuntamento sarà possibile organizzare delle visite guidate per le scuole. Durante questi due mesi, intorno alla mostra, daremo vita ad una serie di eventi culturali e artistici a forte caratterizzazione territoriale sul diritto alla Memoria, sulla cittadinanza attiva, in difesa dei valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza al nazifascismo, eventi che culmineranno nelle celebrazioni del 25 aprile.

Ricordano Gaetano Arfè, partigiano, storico e politico, nell’incontro: Costruire sui valori della Resistenza e della Costituzione

11 febbraio 2019 Nessun commento »

18 febbraio18 febbraio

Incontri con CARLA NESPOLO Presidente Nazionale ANPI

13 gennaio 2019 Nessun commento »

Inizitive presidente Nazionale 17 gennaio

Il giorno 17 gennaio 2018 sarà una giornata importante per l’ANPI di Napoli, alla presenza del responsabile area Sud dell’ANPI, Compagno Vincenzo Calò e della nostra presidente nazionale, la senatrice Carla Nespolo. ci saranno in programma due iniziative.

Alle ore 10:00, il presidente Carla Nespolo visiterà la mostra “Hercules alla guerra”, allestita al Museo Archeologico Nazionale di Napoli e parteciperà all’ iniziativa presso la sala conferenze del MANN,  dal titolo “NAPOLI LA CITTÀ DELLE QUATTRO GIORNATE E DELLA SOCIETÀ DEGLI UGUALI” con gli interventi del Prof. Ciro Raia, responsabile scuola ANPI Napoli, Dott. Paolo Giulierini, direttore MANN, Gennaro Morgese, curatore della mostra, Dott. Guglielmo Loi, figlio di Nanni Loy, Antonio Amoretti, Presidente Anpi Napoli, Padre Alex Zanotelli, Carla Nespolo presidente nazionale ANPI.

Alle ore 16,00, come consuetudine ci sarà il nostro incontro di inizio anno con tutti i nostri iscritti e tutti i democratici antifascisti.

L’incontro si terrà nel salone Congressi “Gianfranco Federico” della Sede Cgil di via Toledo 353 – Napoli.

All’iniziativa che conclude l’esposizione della MOSTRA per immagini SULLE LEGGI RAZZIALI “Un giorno per la Memoria”, interverranno Luigi Nuzzi, presidente sezione ANPI CGIL di Napoli, Antonio Amoretti, presidente CP Anpi di Napoli, Vincenzo Calò, responsabile area Sud dell’ANPI, Walter Schiavella, Segretario generale della Camera del lavoro metropolitana di Napoli.

La MOSTRA per immagini SULLE LEGGI RAZZIALI “Un giorno per la Memoria”, allestita a cura della Camera del Lavoro di Napoli e realizzata dalla Sezione ANPI della CGIL Nazionale “Adele Bei”, in collaborazione con lo Spi e la CGIL Nazionali, è visitabile dal 10 al 17 gennaio dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 18.

Durante l’orario di visita della mostra per immagini sulle leggi razziali “un giorno per la memoria” alla CGIL di Napoli è possibile richiede l’iscrizione all’ANPI di Napoli.

Un giorno per la Memoria

10 gennaio 2019 Nessun commento »

MOSTRA ANPI_CGIL NAPOLI

Presentazione Libro Il comandante Bulow. Arrigo Boldrini partigiano, politico, parlamentare

5 gennaio 2019 Nessun commento »

Presentazione Libro Il comandante Bulow. Arrigo Boldrini partigiano, politico, parlamentare